Il principiante nel gioco del poker è facilmente riconoscibile da quelli che fanno di questo hobby un lavoro. Se il principiante ha poi la sfortuna di sedersi a un tavolo da dieci con altri nove professionisti, si diventa il pollo da spennare della situazione, quindi la rovina può essere molto vicina. O forse no.

Vogliamo indicarti quali sono gli errori più frequenti commessi dai giocatori alle prime armi, in modo che tu possa sfruttarli a tuo vantaggio e ovviamente metterti al riparo da eventuali mattanze.

Abbiamo raccolto una serie di 5 consigli connessi a tali errori, ma forse tu ne saprai di più. Intanto perché non dai un‘occhiata?

1. Non fare scommesse troppo basse

Puntare le briciole per non rischiare è inutile. Ovviamente non significa che dovete puntare tutto alle prime mani, ma puntare pochissimo fa capire subito agli altri che sei un principiante. Punta in modo proporzionale al piatto.

2. Non fare scommesse troppo alte

Di contro, essere molto aggressivi e puntare alto per intimorire gli altri giocatori può ritorcersi contro te stesso, facendoti perdere chip una dietro l’altra in men che non si dica.

3. Non giocare sempre

Giocare ogni mano significa non avere una strategia e non avere pazienza. Se la mano non ti ispira, non giocarla. Anzi, a volte restare a guardare può essere molto utile per capire come giocano gli altri.

4. Tieni conto del numero di persone al tavolo

Giocare in cinque e giocare in dieci è diverso: maggiore è il numero di giocatore, minore è la probabilità che tu abbia carte migliori degli altri. Allora mentre una coppia di J potrebbe essere una fortuna quando giochi in tre, potrebbe non essere nulla quando giochi in dieci.

5. Non lasciarti trasportare dalle emozioni

Il poker è un gioco in cui servono logica, matematica e psicologia, di certo non le emozioni. Ricorda sempre che stai giocando per vincere dei soldi, non per sentirti soddisfatto di te stesso.

Per ora, questo è tutto. Vuoi aggiungere qualcosa con un commento?