Supponiamo che tu abbia degli amici che ti chiedano in prestito un’ingente somma di denaro perché ultimamente hai vinto una grossa somma a poker.

Bene, se ti senti di rispondere che puoi concederla perché tanto vincerai anche la prossima volta, sappi che ti stai sbagliando di grosso: non puoi aspettarti di ottenere gli stessi risultati da cose che cambiano in continuazione. E il poker è una di queste.

Un altro esempio: installi una app sul cellulare e subito dopo il cellulare inizia a spegnersi da solo senza apparente spiegazione. Dopo qualche mese compri un nuovo cellulare, più nuovo e più aggiornato. Scommetto che non installerai quella app per paura che il tuo nuovo cellulare inizi a spegnersi da solo. Senza sapere che magari il problema era semplicemente un componente difettoso. Questo accade perché credi di ottenere lo stesso risultato da situazioni che in realtà sono diverse.

Esistono giocatori di poker che hanno usato strategie e comportamenti molto insoliti ai tavoli da poker e hanno vinto grazie ad esse, è vero. Quelle stesse strategie, però, non hanno funzionato per altri giocatori, che magari le hanno trovate semplicemente ridicole e hanno sostenuto che la vittoria si fosse trattata di pura fortuna, quando effettivamente non era così.

Magari lo stesso giocatore, che usa la stessa strategia per due volte, ma con avversari diversi, subisce la stessa sorte. Questo perché non ha considerato che si trovava davanti una persona diversa.

Il poker è un gioco in cui la mente conta moltissimo. E non si può sperare di trovare una strategia in grado di vincere contro tutti i tipi di pensiero del mondo.

Chi ti dice di possedere la verità e ti garantisce che le sue strategie sono le migliori, mente sapendo di mentire. E alla fine, sul tavolo, i risultati si vedono e la verità viene sempre a galla.

Il consiglio è: adatta la tua strategia di volta in volta e non credere di poter usare gli stessi trucchi con tutti.